Sp 27: il Comune suona la sveglia alla Città Metropolitana

Si insedia la Consulta delle persone con disabilità
19/11/2019
Canoni locazione 2018: pubblicato il bando per i contributi
20/11/2019

Sp 27: il Comune suona la sveglia alla Città Metropolitana
La giunta adotta una delibera per sollecitare interventi di messa in sicurezza
Richiesto anche un tavolo di concertazione per l’adeguamento della Provinciale

La Provinciale 27 Tarantina è una delle più pericolose del comprensorio barese e va resa sicura, con interventi urgenti e con una programmazione che la trasformi in strada di collegamento veloce alla Statale 96.
Questo, in sintesi, il contenuto della delibera con cui la giunta municipale di Gravina in Puglia, su proposta del sindaco Alesio Valente, ha dato voce ufficiale alle preoccupazioni relative alle precarie condizioni di quella che è diventata ormai una delle principali arterie viarie del territorio. «A seguito dei lavori di ammodernamento della Statale 96 tra Altamura e Bari – si legge nella delibera – la stessa è divenuta il principale asse di collegamento viario tra la Murgia, la città capoluogo e quella di Matera. Per raggiungere la SS 96 da Gravina, ed in parte anche da Altamura, ci si serve per lo più della Strada Provinciale 27 Tarantina», una lingua d’asfalto lunga 17,400 km che collega il centro abitato di Gravina in Puglia al bivio per la SS 96 e la Sp 235 di Santeramo: composta da due corsie, una per ogni senso di marcia, «essa – si sottolinea nel provvedimento di giunta – si presenta caratterizzata da improvvisi curvoni e strettoie, oltre che da un progressivo ammaloramento del manto stradale e dall’assenza, in più tratti, di guard rail, e dalla carenza di segnaletica orizzontale e verticale». Situazioni che «specie d’inverno, comunque a seguito di piogge anche di breve intensità o portata, fanno sì che in più punti la stessa sia soggetta ad allagamenti o alla presenza di fango proveniente dai campi circostanti». Tutti fattori che diventano causa, o concausa, si osserva ancora, «di un numero crescente di sinistri, lievitato di recente ancor più a seguito dell’ammodernamento della SS 96. In particolare, come evidenziato dal Rapporto sugli incidenti stradali in Puglia nel 2018, elaborato per la Regione Puglia dall’Agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio, la Sp 27 Tarantina figura tra le strade a più alta frequenza di sinistri nel territorio della Città Metropolitana di Bari, risultando la sesta strada provinciale in assoluto più pericolosa lungo la quale, nel corso del 2018, si sono verificati 21 incidenti con 52 feriti». Una situazione di pericolo, ricorda il governo civico, «che più volte è stata rappresentata all’ente proprietario della Sp 27, ovvero la Città Metropolitana di Bari, con contestuale richiesta di immediati interventi di messa in sicurezza oltre che di una progettazione volta a trasformarla in strada a scorrimento veloce idonea a fruire, in alternativa al mancato ampliamento della SS 96 Barese nel tratto tra Gravina e Altamura, in efficiente e sicuro anello di raccordo tra la città di Gravina e la stessa SS 96. Tuttavia, le molteplici richieste inoltrate sono state costantemente eluse, eccezion fatta per interventi marginali che non hanno ridotto in alcun modo le condizioni di pericolosità della Sp 27». Da qui la decisione unanime di «chiedere un intervento ad horas della Città Metropolitana», al fine di garantire la sicurezza della Tarantina, e di incaricare il primo cittadino «di richiedere la convocazione urgente di un tavolo di concertazione con la Città Metropolitana di Bari per definire congiuntamente ogni iniziativa utile all’ammodernamento della Sp 27 Tarantina».

Gravina in Puglia, 20 Novembre 2019
Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia

ACCEDI AI SERVIZI