Socio assistenziali
13 dicembre 2010
Edilizia privata
13 dicembre 2010
  • Le possibili forme di sepoltura sono:
    • Inumazioni in terra diretta e indiretta.
    • Tumulazione in loculi comunali, o presso le Confraternite (destinate alla tumulazione dei Confratelli e Consorelle) o in tombe di famiglia.
    • Cremazione, presso strutture esterne al Comune di Gravina in Puglia.
Tutti i tipi di sepoltura privata hanno un costo tariffario variabile in funzione del tipo e della durata.

La sepoltura a pagamento può essere concessa per 30 anni (loculi comunali), o  di 99 (tombe di famiglia per diritto di discendenza, ascendenza o di germani).

La sepoltura gratuita in terra, di durata quindicennale (di cui all’Ordinanza Sindacale n. 6/2001), è garantita a chiunque lo richieda così come previsto dal D.P.R. 10 settembre 1990 n.285 art.68.

La sepoltura in terra quindicennale viene contraddistinta con una croce in legno munita di targhetta metallica indicante le generalità del defunto. Gli interessati possono collocare a proprie spese lapidi cornici o segni funerari concordati con il responsabile dell'ufficio Cimiteriale a seguito di autorizzazione da parte dell'Amministrazione Comunale.

Modalità di sepoltura
Inumazione

Le inumazioni sono le sepolture in campi di inumazione. L'inumazione in campo comune è gratuita ed ha validità di 15 anni. Il servizio funebre provvede gratuitamente a porre su ogni sepoltura una croce in legno con una targhetta indicante le generalità del defunto. Ogni cimitero cittadino ha la disponibilità di un campo comune. Nei campi comuni del cimitero del Comune di Gravina in Puglia non sussiste l'obbligo di collocare alcun monumento funerario.
Tumulazione

È la sepoltura in un loculo comunale o tomba di famiglia. La durata della concessione per ogni singolo loculo è di 30 anni mentre per la tomba di famiglia è di 99 anni. La concessione dei loculi è ammessa per la tumulazione di una salma. Le assegnazioni di loculi comunali avvengono per ordine progressivo e cronologico in base alla data di presentazione della domanda, e non è cedibile ad altri familiari. Esiste la possibilità di poter disporre di un loculo-deposito a carattere provvisorio per un periodo limitato di un anno prorogabile di un ulteriore anno per la tumulazione di salme che dovranno essere successivamente trasferite in sepoltura non ancora edificata.

Alla scadenza del termine i loculi comunali sono riutilizzabili per altri seppellimenti purchè i resti della salma precedentemente sepolta da almeno 30 anni siano raccolti in una cassetta e deposti in loculetti ossario o inumati per 5 anni successivi.
Monumenti funerari

Sulle sepolture private (con concessione a pagamento di durata trentennale o novantanovennale) nell'ipotesi sia stata tumulata una salma non prima di sei mesi dal seppellimento e comunque non oltre due anni dovrà essere posta in opera una lapide come da Regolamento di Polizia mortuaria.

La sepoltura dovrà essere curata e conservata decorosamente per tutto il periodo della concessione.

Prima della posa della lapide è necessario che il titolare della concessione presenti una domanda in carta legale con allegati tre disegni del manufatto. All'intervenuto versamento dei prescritti diritti tecnici presso l'ufficio cimiteriale sarà inviata l'autorizzazione alla posa della stessa.

Sopra le fosse ordinarie non è lecito erigere monumenti, ma è solo permesso collocarvi piccole lapidi ad iscrizioni su lastre metalliche o di pietra, le quali non eccedono 35 cm per lato indicanti null’altro che il nome, la condizione, l’età, l’epoca della morte del defunto ed il nome di chi fa apporre l’iscrizione. Per queste iscrizioni e lapidine basta l’autorizzazione dell’ufficio competente.

E' necessaria apposita autorizzazione anche per impiantare arbusti che comunque dovranno essere contenuti entro la larghezza della tomba e non dovranno superare i 2 metri d'altezza.
Cremazione

Coloro i quali decidono in vita di scegliere la cremazione devono esprimere la propria volontà nel testamento o con l'iscrizione ad una della tante associazioni che hanno come fine statutario la cremazione degli associati o affidare la propria volontà al coniuge o al parente più prossimo. In quest'ultimo caso il parente o il congiunto dovrà presentare una dichiarazione autografa in base al D.P.R. 28/12/2000 n.445. L'eventuale autorizzazione alla dispersione delle ceneri potrà essere rilasciata solo dopo l'entrata in vigore del regolamento previsto in attuazione della n. 130 del 30 marzo 2001; è Legge Regionale n. 34 del 15/12/2008.

Il comune di Gravina in Puglia è attualmente sprovvisto di impianto di cremazione. Pertanto le cremazioni sono effettuate negli impianti del comune di Bari a spesa degli interessati.

Esumazione ordinaria

E' l'intervento eseguito sulle sepolture in campo comune decorso il termine di almeno 15 anni dalla sepoltura con la finalità della raccolta dei resti mortali della persona sepolta per essere collocati in un loculo ossario o nella sepoltura di famiglia. Le esumazioni dei campi comuni vengono normalmente pianificate con largo anticipo e il relativo avviso viene apposto sui portoni d'entrata del cimitero nonché all'albo pretorio del Comune. Se la salma esumata non è completamente mineralizzata (cioè ridotta in resti ossei) la stessa viene reinumata nella stessa fossa per un ulteriore periodo di almeno 5 anni. Con circolare numero 10 del 31.7.1993 il Ministero della sanità ha previsto la possibilità di poter procedere alla cremazione delle salme ancora non completamente mineralizzate.
Esumazione straordinaria

Le salme già inumate in una sepoltura o tumulate in un loculo o tomba possono essere esumate o estumulate straordinariamente previa domanda da presentare al Comune per essere trasferite in altra sepoltura. In questo caso l' autorizzazione viene rilasciata dall'Azienda per i servizi sanitari. Il trasferimento della salma (che è soggetto a pagamento) deve essere effettuato alla presenza dell'ufficiale sanitario il quale concede il trasferimento in questione soltanto dopo aver preso visione dello stato del feretro.
Sportello “ESSERE VICINO AL CITTADINO”

Il Servizio Necroscopico-Cimiteriale del Comune di Gravina in Puglia ha attivato lo sportello  “ESSERE VICINO AL CITTADINO”.

ACCEDI AI SERVIZI