A.O. n. 671/2016 – Approvazione Avviso pubblico per i progetti personalizzati di vita indipendente

AVVISO A TUTTE LE ASSOCIAZIONI NO PROFIT
27 gennaio 2017
AVVISI DI MOBILITA’
7 febbraio 2017

A.O. n. 671/2016 - Approvazione Avviso pubblico per i progetti personalizzati di vita indipendente (Pro.V.I. 2016-2018) in favore di persone con disabilità gravi per l'autonomia personale e l'inclusione socio-lavorativa.
Proroga termini di scadenza per l'invio delle manifestazioni di interesse.

Il giorno 31 gennaio 2017, in Bari, nella sede della Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti sociali dell'Assessorato al Welfare LA DIRIGENTE DELLA SEZIONE • Visti gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/1997; • Vista la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/1998; • Visti gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/2001; • Visto l'art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l'obbligo di sostituire la pubblicazione tradizionale ali' Albo ufficiale con la pubblicazione di documenti digitali sui siti informatici; • Visto l'art. 18 del D. Lgs 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali" in merito ai Principi applicabili ai trattamenti effettuati dai soggetti pubblici; • Visto il D.Lgs n. 118/2011 e ss.mm.ii; • Vista la L.R. n.2 del 15/02/2016 -"Bilancio di previsione della Regione Puglia per l'esercizio finanziario 2016 e pluriennale 2016-2018" • Vista la Delibera G.R. n. 159 del 23/02/2016; • Richiamato il DPGR n. 443 del 31 luglio 2015 pubblicato sul BURP n. 109 del 3 agosto 2015, che approva l'Atto di Alta organizzazione connesso alla adozione del modello organizzativo denominato "Modello Ambidestro per l'Innovazione della macchina Amministrativa regionale-MAIA; • Richiamato l'Atto Dirigenziale n. 87 dell'll aprile 2016 di riorganizzazione interna al Servizio Programmazione Sociale e Integrazione Sociosanitaria -oggi Sezione­ad integrazione dell' A.O. 39 del 26 febbraio 2014; • Richiamata la Del. G.R. n. 458 dell'8 aprile 2016 con la quale la Giunta regionale ha approvato, in attuazione dell'articolo 19 del Decreto del Presidente della Giunta regionale 31 luglio 2015, n.443, l'allegato A alla predetta deliberazione denominato "Definizioni delle Sezioni di Dipartimento e delle relative funzioni" e l'allegato B "Collocazione provvisoria dei Servizi regionali alle dipendenze delie strutture di nuova istituzione"; • Richiamata la Del. G.R. n. 1176 del 29 luglio 2016 con il quale la Giunta Regionale ha conferito l'incarico di dirigente della Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali, istituita con la citata Del. G. R. n. 458/2016; • Richiamata l'Atto Dirigenziale 997 del 23 dicembre 2016 con il quale la Sezione Personale e Organizzazione del Dipartimento risorse finanziarie e strumentali, istituiva i Servizi afferenti alle Sezioni, in applicazione dell'art. 19 comma 2 del Decreto del presidente della Giunta regionale n. 443 del 31 luglio 2015 e s.m.i. • Sulla base dell'istruttoria espletata dal funzionario istruttore, responsabile del procedimento amministrativo, dalla quale emerge quanto segue. in data 04.08.2015 sono state approvate le linee guida per la presentazione di progetti sperimentali in materia di vita indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità, adottate con decreto direttoriale n. 41/77 del 04.08.2015; la Regione Puglia ha presentato la propria candidatura (PROVI Italia 2015) per concorrere alla assegnazione dei finanziamenti concessi a valere sul FNA 2015 - Quota Ministeriale ad ottobre 2015 e la contestuale richiesta di finanziamento di Euro 800.000,00 cui si aggiungono Euro 200.000,00 di cofinanziamento regionale già assicurato a valere sulle risorse del Fondo Regionale per le Non Autosufficienze di competenza per il 2015, come da impegno contabile assunto con A. D. n. 716/2015 su cap. 785000/2015; la suddetta proposta progettuale individua come Ambiti territoriali terreno di sperimentazione quelli di Putignano, Gioia del Colle, Maglie, Massafra, Conversano, Troia, Galatina, Grottaglie, Martina Franca, San Severo, che vanno ad aggiungersi agli Ambiti territoriali di Altamura, Barletta, Casarano, Gagliano del Capo e Cerignola che erano già stati individuati per la sperimentazione PROVI Italia 2014 e le cui risorse confluiranno nell'unico avviso pubblico per la selezione dei beneficiari dei progetti di vita indipendente, nel rispetto dei vincoli di finalizzazione e dei vincoli territoriali di cui ai progetti approvati. la suddetta proposta progettuale individua ai soli fini della sperimentazione quali target di beneficiari i medesimi già individuati con l'Avviso Pubblico regionale per il finanziamento dei Progetti di Vita Indipendente di cui ali' A.O. n. 247 /2013 (persone con disabilità motoria, in età compresa tra il 16 e i 64 anni e un reddito individuale a ogni titolo percepito non superiore a 20.000,00 euro), nonché persone non vedenti e persone affette da alcune patologie psichiche che non compromettano del tutto la capacità di autoderminazione assolutamente necessaria per l'approccio stesso all'obiettivo della "vita indipendente" (quali ad esempio sindrome di down, disturbi dello spettro autistico non gravi, ... ); la suddetta proposta progettuale prevede che le azioni da realizzare siano relative alla estensione dei PRO.V.I. anche alla sperimentazione dell'applicazione dei principi della vita indipendente a soluzioni di abitare sociale in autonomia o co-housing sociale per il "durante noi" e "dopo di noi"; con Del. G.R. n. 1709/2016 si è approvato il Piano di attività per il secondo periodo di attuazione del programma per i Progetti di Vita Indipendente (2016-2018) in uno con gli indirizzi per il nuovo Avviso pubblico per la selezione dei beneficiari di PROVI sperimentali e ordinari; con la determina dirigenza n. 670 del 2 dicembre 2016 si è provveduto alla approvazione del riparto delle somme tra gli Ambiti territoriali per il finanziamento dei Pro.vi. 2016-2018; PRESO ATIO che con Atto dirigenziale n. 671/2016 si è approvato il nuovo Avviso pubblico per la selezione di Progetti di Vita Indipendente sul territorio regionale - rivolto sia a dare continuità ai PRO.V.I. già finanziati nel biennio precedente, e per i quali sussistano gli obiettivi di Vita Indipendente, sia a selezionare nuovi beneficiari, sia per i PRO.V.I. finanziati con risorse regionali sia per i PRO.V.I. finanziati a valere sulla sperimentazione nazionale la cui scadenza dei termini di presentazione delle domande era fissata per il giorno 31 gennaio 2017 alle ore 12.00. RILEVATO che dal monitoraggio sulle domande pervenute alla data della presente determinazione, le istanze ammissibili al beneficio risultano inferiori al numero massimo complessivo di progetti finanziabili, così da rendere opportuna una proroga della scadenza in primis per accrescere le opportunità di partecipazione e di accesso ai benefici del PROVI a un maggior numero di persone potenzialmente interessate. CONSIDERATO che: - la Regione Puglia ha presentato la propria candidatura (PROVI Italia 2016) per concorrere alla assegnazione dei finanziamenti concessi a valere sul FNA 2016 - Quota Ministeriale con Decreto Direttoriale n. 276 del 21 ottobre 2016, la cui proposta progettuale pugliese individua come ulteriori Ambiti territoriali terreno di sperimentazione quelli di Andria, Bari, Campi Salentina, Canosa di Puglia, Foggia, Francavilla Fontana, Ginosa, Grumo Appula, Lecce, Martano, Poggiardo, Taranto, Triggiano, Bitonto, Brindisi e Corato. - le risorse derivanti dal FNA 2016 confluiranno nell'unico avviso pubblico per la selezione dei beneficiari dei vincoli territoriali di cui ai progetti approvati. - La suddetta proposta progettuale individua ai soli fini della sperimentazione quali target di beneficiari i medesimi già individuati con l'Avviso Pubblico regionale per il finanziamento dei Progetti di Vita Indipendente di cui all' A.D. n. 671/2016 (persone con disabilità motoria, in età compresa tra il 16 e i 64 anni e valore isee socio sanitario non superiore a 20.000,00 euro), nonché persone non vedenti e persone affette da alcune patologie psichiche che non compromettano del tutto la capacità di autoderminazione assolutamente necessaria per l'approccio stesso all'obiettivo della "vita indipendente" (quali ad esempio sindrome di down, disturbi dello spettro autistico non gravi, ... ); - Il Ministero ha ammesso a finanziamento con Decreto Direttoriale n. 440/2016 la proposta progettuale per una somma complessiva di Euro 1.280.000,00 a cui si aggiunge la somma di€ 320.000,00 di coofinanziamento regionale. RILEVATA altresì l'esigenza di favorire la massima partecipazione all'Avviso pubblico in questione, attesa l'importanza che riveste per la Regione Puglia tale progetto sperimentale, finanziato e sostenuto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali così come sopra ampiamente richiamato. CONSIDERATO che la proroga dei termini dell'Avviso pubblico non comporta alcun tipo di pregiudizio nei confronti di coloro che hanno già presentato regolarmente istanza di manifestazione di interesse. Tanto premesso e considerato, si rende necessario procedere con la proroga dei termini di cui ali' A.D. n. 671/2016 fissando la nuova scadenza del termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse per la presentazione dei Pro.vi. alle ore 12.00 del 28 Febbraio 2017 per le motivazioni sopra richiamate e in particolare: per la Linea A rivolta alla disabilità motoria per tutti gli Ambiti territoriali, per le Linee B e C rivolta alle disabilità sensoriali e psichiche per gli ambiti territoriali di Putignano, Gioia del Colle, Maglie, Massafra, Conversano, Troia, Galatina, Grottaglie, Martina Franca, San Severo, Altamura, Barletta, Casarano, Gagliano del Capo e Cerignola a cui vanno ad aggiungersi gli Ambiti territoriali di Andria, Bari, Campi Salentina, Canosa di Puglia, Foggia, Francavilla Fontana, Ginosa, Grumo Appula ,Lecce, Martano, Poggiardo, Taranto, Triggiano, Bitonto, Brindisi e Corato, per questi ultimi sarà possibili cominciare ad inviare le manifestazioni di interesse dalle ore 12.00 del 31 gennaio 2017 fino alle ore 12.00 del 28 Febbraio 2017. Infine si rende necessario integrare e modificare le disposizioni dell'Avviso pubblico di cui all' A.D. n. 671/2016 nella parte in cui per la Linea C si prevede la possibilità di inviare manifestazioni di interesse per interventi di Co-housing sociale e abitare in autonomia riferite solo alle persone con disabilità motoria: la proposta di modica intende aprire alla possibilità di presentare le proposte di progetti anche alla platea di persone con disabilità sensoriale e psichica, anche in una logica di intervento "dopo di noi", in coerenza con i principi e gli obiettivi affermati con I. n. 122/2016. VERIFICA Al SENSI DEL D.Lgs. 196/2003 Garanzie alla riservatezza La pubblicazione dell'atto all'albo, salve le garanzie previste dalla legge 241/90 in tema di accesso ai documenti amministrativi, avviene nel rispetto della tutela alla riservatezza dei cittadini, secondo quanto disposto dal D.lgs. 196/03 in materia di protezione dei dati personali, nonché dal vigente regolamento regionale n. 5/2006 per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari. Ai fini della pubblicità legale, l'atto destinato alla pubblicazione è redatto in modo da evitare la diffusione di dati personali identificativi non necessari ovvero il riferimento a dati sensibili; qualora tali dati fossero indispensabili per l'adozione dell'atto, essi sono trasferiti in documenti separati, esplicitamente richiamati. ADEMPIMENTI CONTABILI Al SENSI DEL D.LGS. N. 118/2011 E S.M.I. Il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo o quantitativo di entrata o di spesa né a carico del Bilancio regionale né a carico di Enti i cui creditori potrebbero rivalersi sulla Regione ed è escluso ogni ulteriore onere aggiuntivo rispetto a quelli già autorizzati a valere sullo stanziamento previsto dal Bilancio regionale. Tutto ciò premesso e considerato LA DIRIGENTE RESPONSABILE DI SEZIONE INCLUSIONE SOCIALE ATIIVA E INNOVAZIONE RETI SOCIALI sulla base delle risultanze istruttorie di cui innanzi; viste le attestazioni in calce al presente provvedimento; ritenuto di dover provvedere in merito 1. di prendere atto di quanto espresso in narrativa, che qui si intende integralmente riportato; 2. di approvare la proroga del termine di presentazione delle manifestazioni di interesse per progetti di vita indipendente in favore di persone in condizione di non autosufficienza, con decorrenza immediata; 3. di stabilire che la presentazione delle domande per la manifestazione di interesse per l'accesso al contributo per tutte le Linee di intervento potrà essere effettuata fino alle ore 12.00 del 28 Febbraio 2017, salvo ulteriore proroga disposta dal Sezione Inclusione sociale attiva e innovazione delle reti sociali, di intesa con gli Ambiti territoriali interessati e con il Tavolo Regionale delle Associazioni per la disabilità, in presenza di un numero di domande ancora non tale da esaurire le risorse complessivamente disponibili, e se la opportunità di una ulteriore proroga fosse considerata rilevante; 4. di disporre l'apertura per l'invio delle manifestazioni di interesse per la Linea Be C anche agli utenti degli ambiti aggiuntivi di Andria, Bari, Campi Salentina, Canosa di Puglia, Foggia, Francavilla Fontana, Ginosa, Grumo Appula, Lecce, Martano, Poggiardo, Taranto, Triggiano, Bitonto, Brindisi e Corato a partire dalle ore 12.00 del 31 gennaio 2017 alle ore 12.00 del 28 febbraio 2017; 5. integrare e modificare le disposizioni dell'Avviso pubblico di cui all' A.D. n. 671/2016 nella parte in cui per la Linea C si prevede la possibilità di inviare manifestazioni di interesse per interventi di Co-housing sociale e abitare in autonomia riferite solo alle persone con disabilità motoria: la proposta di modica intende aprire alla possibilità di presentare le proposte di progetti anche alla platea di persone con disabilità sensoriale e psichica, anche in una logica di intervento "dopo di noi", in coerenza con i principi e gli obiettivi affermati con I. n. 122/2016; 6. di rinviare a successivo atto dirigenziale l'adempimento della assunzione dell'impegno contabile per la somma di€ 1.280.000,00, a valere sul finanziamento ministeriale di cui al Decreto Direttoriale n. 440/2016 e della relativa quota di cofinanziamento regionale di€ 320.000,00; 7. di rinviare a successivo atto dirigenziale il riparto delle risorse aggiuntive ai rispettivi ambiti territoriali beneficiari dell'ulteriore dotazione finanziaria; 8. il presente provvedimento: a. sarà pubblicato all'Albo del Servizio, nelle more della attivazione dell'Albo telematico della Regione; b. sarà trasmesso in copia conforme all'originale alla Segreteria della Giunta Regionale; c. sarà disponibile nel sito ufficiale della Regione Puglia: www.regione.puglia.it; d. sarà pubblicato sul BURP; e. sarà trasmesso in copia ali' Assessore al Welfare; La DIRIGENTE Sezione inclusione sociale attiva e innovazione de e reti sociali La sottoscritta attesta che il procedimento istruttorio affidato è stato espletato nel rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale e che il presente atto è conforme alle risultanze istruttorie. La sottoscritta attesta che il presente documento è stato sottoposto a verifica per la tutela dei dati personali secondo la normativa vigente, e che è stato predisposto documento "per estratto" che deve essere utilizzato per la pubblicità legale. li funzionario Responsabile del Procedimento Il presente provvedimento, ai sensi di quanto previsto dall'art. 16 - comma 3 - del D.P.G.R. n. 161 del 22/02/2008, viene pubblicato ali' Albo della Sezione, e nelle pagine del sito www.regione.puglia.it, dal 27/01/2017 al 09/02/2017. Il Responsabile Regione Puglia Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali Il presente atto originale, composto da n 7 facciate, è depositato presso la Sezione Inclusione Sociale attiva e Innovazione Reti Sociali, via G. Gentile n. 52, in Bari. Bari, 27/01/2017 Il Responsabile In Allegato:
ACCEDI AI SERVIZI