Incendio al Bosco: tavolo tecnico tra Comune e Regione

L’11 Settembre ritornano tra i banchi gli studenti delle superiori
4 settembre 2017
Cucciola di cane chiusa in un sacco e gettata in una vasca: individuato il presunto autore
6 settembre 2017

Incendio al Bosco: tavolo tecnico tra Comune e Regione
A metà Settembre l’incontro per definire il percorso di rinascita di Difesa Grande
Il sindaco Valente: «Coinvolgeremo la città ed il consiglio comunale: auspichiamo unità»

Regione e Comune insieme per risanare le gravi ferite inferte al Bosco Difesa Grande dal terribile incendio di metà Agosto.
Trovano conferma gli impegni assunti nelle ore del tragico rogo – di origine dolosa – che interessò il polmone verde gravinese a ridosso del Ferragosto: nel corso di un nuovo colloquio, il sindaco Alesio Valente e l’assessore regionale all’ambiente Filippo Caracciolo hanno concordato le iniziative da intraprendere per individuare le misure straordinarie da adottare al fine di favorire la rinascita dell’area. Il primo passo sarà una seduta della giunta comunale alla quale prenderanno parte, insieme all’assessore Caracciolo, anche tecnici e funzionari dell’assessorato regionale all’ambiente. All’ordine del giorno la ricognizione dei danni patiti dal Bosco e l’avvio del confronto sulle procedure, amministrative e giuridiche, per rilanciare Difesa Grande e valutare la possibilità di interventi, nella cornice dei vincoli ambientali che gravano sull’area.
La riunione, conferma l’assessore municipale all’ambiente guidato da Felice Lafabiana, «si terrà a metà mese al vivaio comunale, scelto per la sua carica fortemente simbolica proprio a significare la ferma volontà dell’amministrazione comunale e della comunità intera a non arretrare di un millimetro di fronte a chi ha voluto sfregiare Gravina col fuoco: per quanto ci riguarda, faremo il possibile perché il Bosco continui a vivere degnamente e ad essere risorsa e tesoro ambientale, culturale ed economico». Sottolinea il sindaco Valente: «In questi giorni l’interlocuzione con la Regione è continuata per definire le strategie utili al conseguimento del risultato. Il presidente Michele Emiliano e l’assessore Caracciolo hanno garantito massima disponibilità per sostenere le istanze che arrivano dalla nostra città. Abbiamo piena consapevolezza degli ostacoli di natura burocratica e normativa che incontreremo strada facendo, ma non ci arrendiamo: ci attende una battaglia di civiltà che per noi è irrinunciabile e che va combattuta nel solco dell’unità: confido che di fronte ad una sfida alquanto impegnativa Gravina saprà ritrovarsi compatta e parlare con una voce sola». A tal proposito, aggiunge il primo cittadino, il Comune favorirà il coinvolgimento di tutte le forze politiche, sociali ed associative: «Per trasparenza e con spirito di collaborazione, aggiorneremo costantemente di ogni iniziativa il consiglio comunale ed i gruppi consiliari, pronti a recepire spunti e suggerimenti positivi che dovessero pervenirci». Ma non solo: «A conclusione dell’annunciata seduta straordinaria di giunta – fa sapere sempre il sindaco – promuoveremo una conferenza stampa perché attraverso i mezzi di informazione ed in maniera critica la città possa seguire passo dopo passo i risultati del tavolo tecnico promosso con la Regione, nella consapevolezza che solo insieme, con l’apporto di tutti, riusciremo a trasformare in opportunità di crescita, anche sociale, una drammatica, dolorosa vicenda».
Gravina in Puglia, 5 Settembre 2017

Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia

ACCEDI AI SERVIZI