Contratto d’igiene urbana: c’è la data

Operai in sciopero senza preavviso: stop alla raccolta rifiuti
20/12/2017
Operai in sciopero senza preavviso: stop alla raccolta rifiuti
20/12/2017

Contratto d’igiene urbana: c’è la data
Sarà firmato il 10 Gennaio 2018 l’atto che consentirà l’avvio del nuovo servizio
Il presidente Unicam Valente: «Dopo un quarto di secolo si volta finalmente pagina»

C’è la data. Certa ed ufficiale. Sarà sottoscritto il 10 Gennaio 2018, negli uffici dell’Ager a Modugno, il nuovo contratto del servizio di igiene urbana. La decisione è stata assunta all’unanimità dai sindaci dei Comuni interessati nel corso di un incontro convocato dal commissario dell’Aro Ba 4, Gianfranco Grandaliano, su richiesta del presidente Unicam e sindaco di Gravina in Puglia, Alesio Valente. All’incontro, svoltosi martedì sera, presenti gli amministratori di tutti i centri interessati: oltre a Gravina, Grumo Appula, Toritto, Poggiorsini, Santeramo, Altamura e Cassano delle Murge. Limate le ultime questioni di carattere tecnico alla luce degli aggiornamenti sull’esito dei ricorsi presentati in sede giudiziaria amministrativa e delle comunicazioni della Consip, calendario alla mano è maturata l’intesa: il 10 Gennaio prossimo ci si ritroverà per dare inizio al nuovo corso. «Per quanto ci riguarda – ricorda Valente – è un passaggio che la nostra città attende dalla metà degli anni Novanta. Dal 2012 stiamo lavorando per cambiare le cose, per porre rimedio alle storture del vecchio contratto risalente al 1995, oggetto di continue proroghe peraltro non rispondenti, quanto all’efficienza ed efficacia del servizio, alle reali esigenze di una città ovviamente cresciuta, nel frattempo, sotto il profilo demografico ed urbanistico». Aggiunge il presidente Unicam: «Adesso, finalmente, la svolta è a portata di mano e si concretizzerà attraverso un modello innovativo destinato ad innovare radicalmente il sistema di gestione dei rifiuti urbani e della differenziata, lasciando alle spalle inefficienze e disservizi a vantaggio della qualità della vita, della tutela dell’ambiente e dell’efficienza del servizio». Dettagli: sarà notevolmente migliorato il servizio di igiene urbana (il che vuol dire strade più pulite) e spariranno i cassonetti: al loro posto la raccolta differenziata porta a porta, che a regime – con la collaborazione della cittadinanza e preventive campagne di sensibilizzazione – consentirà di differenziare almeno il 65% dei rifiuti prodotti.
Nei prossimi giorni, intanto, una serie di appuntamenti di natura prettamente organizzativa consentirà di gettare le basi per la staffetta tra l’attuale ditta appaltatrice e quella destinata a subentrale, la costituenda Rti con capofila TeKno Service srl, aggiudicataria della gara indetta da Consip con una base d’asta di oltre 143 milioni di euro, per garantire l’erogazione del servizio per i prossimi 7 anni.
Gravina in Puglia, 20 Dicembre 2017
Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia

ACCEDI AI SERVIZI