Ancora furti nelle scuole

Rigenerazione Urbana: Gravina fa il bis
24 marzo 2018
Fiera San Giorgio – 724° edizione – Bando Eventi
26 marzo 2018

Ancora furti nelle scuole
Ladri immortalati dalle telecamere dei sistemi di sorveglianza
Il sindaco Valente: «Si rompa il muro dei silenzi: aiutiamo le forze dell’ordine»

Tre furti in meno di una settimana, l’ultimo in nottata. Ma stavolta i soliti ignoti che si divertono a razziare i laboratori delle scuole cittadine hanno fatto un passo falso: sono stati immortalati dalle telecamere dei sistemi di videosorveglianza installati dal Comune.

Potrebbe dunque conoscere un finale diverso, rispetto al solito, la storia dei ladri che di notte si introducono negli istituti scolastici gravinesi per svuotare le cassette dei distributori automatici di merendine e portar via le attrezzature elettroniche solitamente usate da insegnanti ed alunni. Tre i colpi portati a segno negli ultimi cinque giorni, sempre col favore delle tenebre: tra mercoledì e giovedì scorsi raid alle elementari “Michele Soranno”, per portar via due pc ed un paio di centinaio d’euro. Tra sabato e domenica identico destino è toccato alla “San Domenico Savio”, con quattro personal computer asportati e distributori svaligiati. Infine, tra domenica e lunedì, copione ripetuto alla “Don Saverio Valerio”, per trafugare un televisore. Tutti fatti già denunciati alle autorità competenti da parte dei dirigenti scolastici competenti, con l’allegazione delle immagini acquisite dalle telecamere a circuito chiuso, installate dall’amministrazione comunale. In particolare, alla “Soranno” ed alla “Valerio” l’occhio del grande fratello ha ripreso le incursioni, quasi per intero: in un’occasione, infatti, oltre al momento dell’ingresso e dell’uscita dei malviventi è ripreso anche l’attimo in cui un’auto si ferma davanti alla scuola presa di mira per farne scendere i due giovani che poi porteranno a termine il colpo. Un elemento in più per risalire ai responsabili. «Quel che avviene – commenta il sindaco Alesio Valente – è grave, perché ogni qual volta una scuola finisce nel mirino si è davanti ad un attacco alla cultura ed all’educazione, che sono il cuore di una comunità. E ciò senza contare il danno economico, spesso insostenibile per le finanze pubbliche, legato al ripristino della vivibilità delle scuole ed all’acquisto del materiale didattico furtivamente prelevato». Stavolta, però, osserva Valente, «siamo di fronte ad una possibile svolta: ci sono immagini chiare. Siamo sicuri che le forze dell’ordine riusciranno ad individuare gli artefici di tali atti di criminalità. Ne diffonderemo le immagini, perché la città possa aiutare gli inquirenti a risalire all’identità dei ladri». Conclude Valente: «Gli investimenti fatti in termini di sicurezza nelle scuole sono stati ingenti, dal 2012 ad oggi. Proprio in queste ore è in fase di completamento l’installazione anche di un sistema antintrusione a difesa della “Don Saverio Valerio”. È tuttavia chiaro che senza la collaborazione dei cittadini, ed il potenziamento del controllo sociale, la sfida non potrà essere vinta. Noi stiamo facendo la nostra parte, ma adesso tocca alla città difendere le proprie scuole ed i propri figli».

Gravina in Puglia, 26 Marzo 2018
Ufficio Stampa
Comune di Gravina in Puglia


ACCEDI AI SERVIZI